Sverniciatura ad acqua

Questo particolare trattamento rispetta l'ambiente ed è innovativo per quanto riguarda la sverniciatura e la pulizia delle superfici.
Utilizza esclusivamente acqua ad altissima pressione (fino a 3000 bar) per trattare i materiali ricoperti di vernici, stucchi, mastici e quant'altro, riportandoli al loro aspetto originale senza alterarli, deformarli o contaminarli con inerti e sostanze non naturali.
È anche applicabile su acciai e leghe, nonché egregiamente utilizzato per la rimozione dei murales.
L'intero processo di lavorazione è altamente ecologico: l'acqua utilizzata viene successivamente filtrata e resa disponibile per ulteriori lavorazioni, mentre i residui rimossi dalle superfici trattate vengono raccolti e poi smaltiti.

 

 


 

 

La preparazione finale

Sfruttando la possibilità di combinare i vari trattamenti tra loro, al fine di esaltare la qualità del prodotto finito e colmando così le lacune delle varie lavorazioni, nel caso di scocche in alluminio con struttura in ferro, dopo la sverniciatura ad acqua si può effettuare un’asciugatura forzata con aria calda e dedicare alle sole parti in ferro della struttura un trattamento specifico di microsabbiatura (come illustrato nelle foto in basso).
Questo permette di pulire in profondità l'ossido e le saldature che l'acqua non è riuscita a lavare a fondo (per un suo limite naturale) per poi successivamente fissare il tutto con una base epossidica ai fosfati di zinco.
Ciò consente di dare ai clienti ed ai professionisti un prodotto il più rifinito possibile in modo che possano completare perfettamente il loro lavoro di restauro.

Torna Su